In ricordo della Prof.ssa Simona Castiglione

Tu sei una persona di quelle che si incontrano 

quando la vita decide di farti un regalo’ 

(Charles Dickens)

Simona Castiglione lascia un grande vuoto al Leonardo da Vinci, in particolare nel cuore e nella mente degli studenti e degli amici (più che semplici ‘colleghi’) del corso serale, dove insegnava da diversi anni ormai. Il modo veloce e crudele in cui il destino ce l’ha portata via rende la perdita ancor più dolorosa. 

Simona era una persona colta e un’ottima insegnante, le sue lezioni lasciavano il segno. Non lesinava inoltre le proprie energie per organizzare eventi che riuscivano a coinvolgere gli studenti, stimolandoli a riflettere, arricchendoli culturalmente e sviluppandone la sensibilità. Le serate dedicate al giorno della memoria, per esempio, fornivano ogni anno l’occasione a tutti, docenti compresi, di imparare qualcosa. 

Simona Castiglione era un’artista della parola, una narratrice di storie realistiche e toccanti. Chi ha letto i suoi romanzi e i suoi racconti sa di quale profondità di analisi della condizione umana era capace. 

Simona era una persona allegra, che sapeva scherzare e stare allo scherzo, una persona che accettava le critiche e sapeva farle in modo costruttivo, mai banale, sempre coinvolta in quello che faceva.  

Simona era molto intelligente e perspicace, capiva le cose al volo. A queste qualità univa una mancanza totale di malizia, che non le permetteva di vedere i lati negativi delle persone, mostrando a volte quell’ingenuità che distingue chi ha l’animo puro.  

Simona, la tua umanità, il tuo entusiasmo, il tuo animo, che cercava negli studenti e nei colleghi le ricchezze recondite di ogni individuo ci mancheranno. 

Non ti dimenticheremo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella COOKIE POLICY.
Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.