DAL 15 DICEMBRE OBBLIGO VACCINALE PER IL PERSONALE SCOLASTICO

Il Decreto Legge 172/2021, all'art. 2, introduce l'obbligo vaccinale per tutto il personale scolastico.

Dal 15 dicembre non sarà più possibile per il personale scolastico entrare in servizio con il Green pass da test antigenico rapido o molecolare, ma solo ed esclusivamente mediante Green pass rafforzato, ovvero attestante l’avvenuta vaccinazione.

L’adempimento dell’obbligo vaccinale comprende il ciclo vaccinale primario (le prime due dosi) e, a far data dal 15 dicembre 2021, la somministrazione della successiva dose di richiamo (booster). L’intervallo temporale minimo fra il completamento del ciclo vaccinale primario e la dose booster è di cinque mesi. Chi ha effettuato le prime due dosi dovrà sottoporsi al richiamo (booster) in un periodo compreso tra i cinque mesi e i nove mesi di distanza dalla seconda dose.

Il personale scolastico il cui rapporto di lavoro risulti sospeso (come nel caso di collocamento fuori ruolo, aspettativa a qualunque titolo, congedo per maternità o parentale, malattia ecc.) e il personale esterno alla scuola non è soggetto all’obbligo vaccinale. La validità e la possibilità di rilascio delle certificazioni di esenzione dalla vaccinazione, senza necessità di nuovo rilascio di quelle già emesse, è prorogata sino al 31 dicembre 2021. Non sarà necessario pertanto un nuovo rilascio delle certificazioni già emesse.
Nei casi in cui, dalle verifiche effettuate, non risulti l'effettuazione della vaccinazione anti SARSCoV-2, la presentazione della richiesta di vaccinazione, o la sussistenza di una esenzione debitamente certificata, gli interessati saranno invitati a produrre, entro cinque giorni dalla ricezione dell'invito, la documentazione comprovante, in alternativa: l'effettuazione della vaccinazione, il differimento, l’esenzione, l’avvenuta richiesta di vaccinazione da eseguirsi in un termine non superiore a 20 giorni dalla ricezione dell’invito.

In caso di presentazione di documentazione attestante la richiesta di vaccinazione, gli interessati dovranno trasmettere immediatamente, e comunque non oltre tre giorni dalla somministrazione, la certificazione attestante l'adempimento all'obbligo vaccinale. In caso di mancata presentazione della documentazione sarà accertata l'inosservanza dell'obbligo vaccinale e ne verrà data immediata comunicazione scritta all'interessato. L’atto di accertamento dell’inadempimento determina l’immediata sospensione dal diritto di svolgere l’attività lavorativa. 
Si rende noto che è garantita la priorità di accesso alla vaccinazione a tutti i soggetti per i quali è prevista l’obbligatorietà della vaccinazione e tra questi, ovviamente, rientra il personale scolastico.